Menu

Giacomo Puccini

25 Gennaio, 2020 - Le Amicizie di Lionello Balestrieri

Durante l’amichevole convivenza a Parigi, Lionello aveva ascoltato Vannicola cantare e suonare brani della Bohème e nel 1898, mentre il capolavoro di Giacomo Puccini trionfava in Europa, rappresentò in un olio la scena culminante del melodramma La morte di Mimì, intingendo il pennello in un fedele descrittivismo: “seduto a fianco del letto, con la mano sinistra affondata nella scomposta capigliatura, il poeta rodolfo (Balestrieri lo ha ritratto con le proprie sembianze), pensoso e sgomento, affissa lo sguardo sul volto dell’amante, che, col capo affondato nel candido cuscino, e un braccio disteso e inerte, appare prossima a morire.

Lionello Balestrieri, Mimì… Mimì… (La morte di Mimì), 1898. Fondazione Cavallini Sgarbi